Contattaci

SERVIZI DI INTELLIGENCE

La parola anglosassone “intelligence” è ormai entrata nell’uso comune della lingua italiana; probabilmente perché il nostro vocabolario, pur fornendo una lunga serie di termini inerenti al tema, è sprovvisto di una parola in grado di esprimere la complessità del concetto.

L’intelligence (o attività informativa) è un modo di raccogliere e analizzare informazioni per supportare il processo decisionale.

Non è l’intelligence che decide, infatti, ma è essenziale per chi decide: ha lo scopo di sostenere e guidare gli analisti a prendere decisioni consapevoli; in linea con gli obiettivi prefissati e sempre aggiornate rispetto al contesto operativo.

Chi fa intelligence?

L’intelligence è sempre esistita. Fin dai tempi più antichi, con la nascita delle prime comunità organizzate, si è avvertita l’esigenza di svolgere attività informativa sul mondo circostante per poterne prevenire le aggressioni o per preparare le basi di propria espansione. Ma oggi l’intelligence riguarda anche il mondo delle imprese, non più solo l’ambito militare e della sicurezza nazionale.

A cosa serve l’intelligence?

Diverse ragioni determinano la necessità di adottare precise strategie di raccolta e analisi delle informazioni: il mercato globale, una concorrenza più agguerrita e sleale, consumatori più consapevoli dei propri bisogni e del loro potere, la finanza speculativa, le opportunità e i rischi dei mercati emergenti. E’ così come già per ogni Paese impegnato nella difesa dei propri interessi, l’intelligence rappresenta oggi elemento essenziale e fattore critico di successo anche per il management, che può operare con maggiore cognizione negli interessi aziendali.

Gli obiettivi perseguiti e le minacce da fronteggiare sono di norma molto diversi, ma il problema è lo stesso; dover esaminare una quantità enorme di dati in continua trasformazione, in cui scovare indizi utili al momento opportuno; osservare, capire, discernere oltre le apparenze dove non tutti vedono o vogliono vedere. Nel nostro contesto sociale dove l’enorme massa di informazioni le rendono poco fruibili; un’analisi di intelligence ci permette di scartare il superfluo per concentrarci sull’essenziale: è fondamentale per poter prevenire fenomeni di pericolosità sociale.

Ma l’intelligence non permette soltanto di prevenire, ma anche di anticipare fenomeni ancora in fase embrionale tanto da mettere in atto validi elementi di contrasto.

Appare evidente che oltre a livello istituzionale, l’intelligence è particolarmente utile a livello industriale dove sintomi premonitori che si celano all’interno di un’azienda possano portare alla vanificazione di progetti e di obiettivi da raggiungere. Tutti i compartimenti aziendali devono necessariamente essere sottoposti ad una buona analisi di intelligence che sappia individuare tutti gli indizi e le notizie di cui viene a conoscenza plasmando ai vertici informazioni essenziali per il buon andamento aziendale.

La GRAVINESE INVESTIGAZIONI si pone come specialista nell’esame di dati e informazioni grazie ad un’esperienza maturata dal Titolare nei servizi di intelligence svolti nei reparti investigativi della Polizia di Stato, che ricorre al “modello indiziario” consegnandosi all’esame degli aspetti in apparenza marginali e privi di significati, esaminati invece come un mezzo per poter risalire da un piccolo fatto noto ad un importante fatto ignoto: è essenziale comprendere quale tipo di interpretazione necessiti dare a rapporti realmente esistenti che, per essere attentamente interpretate, devono essere intercalate all’interno di un contesto chiarificatore che non sia un elenco di fatti, notizie e numeri.